Cerca nel sito


Agesci


 

 

 

Lo scautismo è un metodo educativo mondiale che esprime un ideale di vita.

 

Si realizza in attività concrete proposte ai ragazzi. Lo stile con il quale si svolgono le attività è quello dell’imparare facendo, dando così primato all’esperienza.

Tutte le attività sono realizzate nella semplicità e si fondano sull’uso di mezzi poveri per una concreta educazione a questa virtù e per favorire la partecipazione alle attività di ogni ragazzo, indipendentemente dalle condizioni economiche.

 

I giovani sono autentici protagonisti della loro crescita.

Deriva da una visione cristiana della vita. Tiene conto della globalità della persona e quindi della necessaria armonia con se stessi, con il creato, con gli altri (carattere, salute e forza fisica, abilità manuale e servizio del prossimo). La proposta educativa è attenta a riconoscere valori, aspirazioni, difficoltà e tensioni nel mondo dei giovani.

 

L'educazione alla cittadinanza ed all'impegno attivo è presente in modo intrinseco nello scoutismo.

 I Capi Gruppo sono:

  • Antonella Libanori: 348-3848132
  • Alberto Delzoppo: 349-2661578

 

Pur essendo unica la Proposta Educativa il metodo prevede strumenti diversi per le diverse fasce di età:

 

 

 

 

8-12 anni: LUPETTI

LupettiMotto: "Del nostro meglio"


In questa Branca ci si propone di far vivere pienamente la fanciullezza come ricchezza in sé e come fondamento di una autentica vita adulta.

 

I Lupetti vivono in un ambiente fantastico ispirato al Libro della Giungla di R. Kipling.

Il gioco è uno degli strumenti educativi fondamentali per vivere e conoscere la realtà, per comunicare con gli altri, per esprimersi con creatività e fantasia, per misurarsi continuamente con sè stesso, conoscere il proprio corpo e acquisirne il controllo.


Si offre al bambino la possibilità di scoprire il mondo circostante, di sentirsi parte dell'ambiente naturale, di imparare ad avere attenzione per le piccole cose e di ritrovare la gioia della semplicità.

Il superamento della pigrizia e dell'egoismo avviene con la richiesta al bambino di far partecipi gli altri del proprio impegno attraverso un piccolo gesto concreto e quotidiano: la Buona Azione.


Il Lupetto progetta, con l'aiuto del Vecchio Lupo (educatore), la propria pista (progressione personale). Il clima in cui si vive è quello della Famiglia Felice.

Il Branco dei Lupetti dell'Albano 2 si chiama Occhio di Primavera e i punti di contatto sono:

 

  • Antonella Libanori: 348-3848132
  • Alberto Delzoppo: 349-2661578

 

 

 

 

12-16 anni: ESPLORATORI e GUIDE

EsploratoriMotto: "Sii Preparato"


In questa Branca ci si propone di favorire la realizzazione di una identità solida capace di entrare in relazione con gli altri.

 

L'ambiente in cui vivono gli Esploratori (ragazzi) e le Guide (ragazze) è l'Avventura, lanciandosi con le loro Squadriglie (di 6-8 ragazzi) o con il loro Reparto in continue imprese.

La Promessa («Con l'aiuto di Dio prometto sul mio onore di fare del mio meglio per compiere il mio dovere verso Dio e verso il mio Paese, per aiutare gli altri in ogni circostanza e per osservare la legge scout») e la Legge Scout («1. pongono il loro onore nel meritare fiducia; 2. sono leali; 3. si rendono utili ed aiutano gli altri; 4. sono amici di tutti e fratelli di ogni altra guida e scout; 5. sono cortesi; 6. amano e rispettano la natura; 7. sanno obbedire; 8. sorridono e cantano anche nelle difficoltà; 9. sono laboriosi ed economi; 10. sono puri di pensieri, parole e azioni») esprimono completamente lo spirito di questa branca.

 

Il Reparto di Esploratori e Guide dell'Albano 2 si chiama Sherwood ed è formatoda  5 squadriglie: Delfini, Aquile, Pantere, Tigri e Cervi.

 

I punti di contatto sono:

  • Daniela Viggiano: 338-2507598
  • Davide Palmigiani: 320-6977672

 

 

 

 

 

16-21 anni: ROVER E SCOLTE

Rover e scolteMotto: "Servire"


In questa Branca ci si propone di favorire la crescita di ciascuno nell’impegno dell’autoeducazione, nella disponibilità al servizio del prossimo, nello sforzo di maturare delle scelte per la vita.

 

L'ambiente in cui vivono i Rover (ragazzi) e le Scolte (ragazze) è quello della Strada, Comunità e Servizio.

Strada intesa come esperienza di vita povera ed ascetica, luogo di conoscenza di sé e del mondo, di disponibilità al cambiamento, di impegno a costruirsi con pazienza e fatica. Comunità per costruirsi come uomini e donne disponibili allincontro con gli altri, alla condivisione di gioie e sofferenze, di speranze e progetti. La Comunità è luogo di crescita e di confronto attraverso cui si riscopre la propria personalità. Il Servizio, che diviene modo abituale di relazione con i fratelli. Il mistero della persona viene accolto attraverso l’ascolto, l’impegno per i più piccoli, i più deboli, gli emarginati, il dono delle proprie capacità, creatività, abilità manuale, gioia di vivere.


Il Clan di Rover e Scolte dell'Albano 2 si chiama Destino.

 

I punti di contatto sono:

  • Alessandro Ciuffa: 347-9358798
  • Leonardo Vendittelli: 348-3860403